Gita a Gaeta per i bambini di CO.E.S.I. che visitano le luminarie

Dicembre 16, 2022

Le educatrici accompagnano i bambini ucraini a vedere lo spettacolo delle luminarie di Gaeta. Si tratta di un’opportunità per preparare i piccoli profughi al loro primo Natale in Italia. Grazie al Progetto CO.E.S.I. hanno potuto vedere questo spettacolo fatto di luci, forme e colori del nostro Natale che illuminano  la città di Gaeta. Una tradizione della nostra zona che porta tantissimi turisti a visitare la cittadina. 

Una passeggiata tra le luminarie di Gaeta

Questa è una bella occasione colta dalla dott.ssa Corinne Nardone, vicepresidente dell’Associazione Genitori di Cassino, insieme con il gruppo di educatrici per il progetto CO.E.S.I. di fare un’uscita con i bambini ucraini alla scoperta del nostro territorio. Così è stata realizzata una bella passeggiata sul golfo e visitate le bellezze locali. A questa visita è legata anche l’uscita per vedere le tradizionali installazioni e le proiezioni dei giochi di luce che caratterizzano lo spettacolo delle luminarie. Così il gruppo di volontari accompagnano i bambini a conoscere lo splendido borgo della Riviera di Ulisse. Ma anche le sue suggestive luminarie natalizie, e il lungomare.

Visita al golfo di Gaeta

CO.E.S.I. è un progetto teso a realizzare una comunità educante, sinergica, e inclusiva. Per questo parliamo di un’uscita pensata per far conoscere ai bambini ucraini le bellezze locali. Così, in occasione della VII edizione di Favole di Luce, il gruppo di Cassino visita il golfo di Gaeta. Una località a cavallo tra la regione Lazio e la Campania. Per le educatrici del gruppo che segue il progetto è anche l’occasione di far conoscere ai bambini ucraini la città di Gaeta. Chiamata la perla del Tirreno, è una città incantevole del Lazio, a pochi passi dal mare. Oltre alle luci e ai colori delle luminarie di Natale, Gaeta custodisce dei bellissimi tesori, tutti da visitare. 

Articoli simili

Progetto COESI, gita a Montecassino

Grazie al progetto CO.E.S.I., sosteniamo l’inclusione sociale dei bambini ucraini facendo loro conoscere il nostro territorio.  Così, la dott.ssa Corinne Nardone, responsabile del progetto, accompagna i piccoli a visitare l’abbazia di Montecassino, una delle più...

Laboratorio del pane come occasione di inclusione sociale

Laboratorio del pane come occasione di inclusione sociale Il Panificio Lanni a Cassino ospita il gruppo di bambini ucraini con le nostre educatrici, e una interprete linguistica per un laboratorio del pane che rientra nel progetto CO.E.S.I. a sostegno di una comunità...

Info

dove siamo

V.le Dante 138 – 03043 Cassino (FR)

social

Scritto da Angelo Franchitto

i

LEGGI DI PIù

Articoli correlati

Progetto COESI, gita a Montecassino

Progetto COESI, gita a Montecassino

Grazie al progetto CO.E.S.I., sosteniamo l’inclusione sociale dei bambini ucraini facendo loro conoscere il nostro territorio.  Così, la dott.ssa Corinne Nardone, responsabile del progetto, accompagna i piccoli a visitare l’abbazia di Montecassino, una delle più...

Laboratorio del pane come occasione di inclusione sociale

Laboratorio del pane come occasione di inclusione sociale

Laboratorio del pane come occasione di inclusione sociale Il Panificio Lanni a Cassino ospita il gruppo di bambini ucraini con le nostre educatrici, e una interprete linguistica per un laboratorio del pane che rientra nel progetto CO.E.S.I. a sostegno di una comunità...

Halloween Party al Palazzo della Cultura

Halloween Party al Palazzo della Cultura

Lunedì 31 ottobre c'è un Halloween Party molto particolare al Palazzo della Cultura. Si tratta del nostro primo evento in maschera. Un pomeriggio di laboratori per creare accessori e trucchi mostruosi e far divertire i bambini. Mentre, per i più grandi, è stata...